CIL

La CIL è una pratica amministrativa disciplinata dall'art. 7 comma 4 L.R. 15/2013), deriva dalla L.R. 73/2010 e va presentata allo sportello dell'edilizia da chiunque intenda compiere opere interne di manutenzione straordinaria (definiti nel DPR 380/01 art. 3 lett. b).

DA QUALI DOCUMENTI E' COMPOSTA LA CIL

La CIL è costituita da:    

1.  un elaborato grafico rappresentante lo stato di fatto e la soluzione di progetto

2.  una relazione tecnica in cui si descrivono nel dettaglio le opere da compiersi e i riferimenti normativi

3.  la certificazione con cui il progettista si assume la responsabilità che le opere siano conformi agli strumenti urbanistici vigenti

4. la dichiarazione di rispondenza rispetto l'ultimo titolo legittimo presentato

COSA SUCCEDE SE NON HO PRESENTATO LA CIL? 

Qualora siano stati effettuati dei lavori di manutenzione al proprio immobile senza depositare la documentazione richiesta si diviene perseguibili a norma di legge e passibili di multa proporzionata all'abuso. In fase di vendita il venditore dovrà dichiarare che non sono stati eseguite modifiche o in caso contrario dovrà allegare idonea documentazione comunale. E' quindi possibile sanare l'abuso per regolarizzare l'immobile con le seguenti pratiche edilizie, pagando una sanzione:                                           

In assenza di titoli edilizi l'amministrazione puo' ordinare il ripristino a cura e spese del responsabile ed irrogare una sanzione pecuniaria da 516 euro a 10329 euro.                        

Contattaci per preventivo  Ti forniremo le informazioni necessarie a regolarizzare il tuo immobile compreso l'importo della sanzione prevista dal tuo Comune.

Il nostro servizio prevede il sopralluogo, il rilievo informatizzato dell'immobile in pianta e sezione, la redazione delle tavole con stato di fatto/progetto/sovrapposizione di demolizioni e ricostruzioni, inquadramento dell'intervento con PSC/RUE e planimetria dell'area di intervento, relazione tecnica asseverata, presentazione di tutta la documentazione allo Sportello Unico dell'Edilizia del relativo comune.

E' inclusa nel servizio la consulenza progettuale e se necessiterai di un supporto tecnico in fase di ristrutturazione potrai richiedere la Direzione Lavori dei nostri tecnici.      

Per gli interventi di manutenzione straordinaria di cui all'art. 3.1 lettera b del DPR 380/2001 è necessario presentare la  variazione catastale entro 30 giorni dalla fine dei lavori. Interventi sulle strutture, cambio di destinazione d'uso, frazionamenti e/o fusioni.

 

Contattaci